Executive Business Coaching: il metodo di FLOWER&KLEIN per liberare il potenziale nei manager e far crescere le loro performance

Individuare le risorse e le competenze che fanno parte del bagaglio di ogni individuo e lavorare per svilupparle, identificando i possibili settori di miglioramento e stabilendo obiettivi precisi da raggiungere: questo è l’obiettivo del coaching, un percorso di crescita personale e professionale che permette di “liberare il potenziale” di coloro che lo seguono e di ottenere benefici concreti, precisi e misurabili.

Le potenzialità di questo tipo di percorso sono enormi, e non è un caso che sempre più spesso le aziende si rivolgano a questa metodologia per far crescere il potenziale dei loro dipendenti e dei loro manager, in un’ottica di miglioramento e sviluppo costante.

FLOWER&KLEIN, consapevole dell’importanza di questo tipo di approccio, ha sviluppato negli anni la sua competenza in questo settore, e propone alle aziende un servizio di Executive Business Coaching professionale, fondato sulla fiducia reciproca, sulla trasparenza e sulla misurabilità dei risultati.

 

Un percorso condiviso: chi sono i protagonisti del coaching

Il percorso del coaching coinvolge sempre due figure fondamentali: il coach e il coachee.

Il coach è un professionista che ha il compito di accompagnare e guidare il cliente nel suo percorso di crescita, aiutandolo ad analizzare in modo più consapevole l’orizzonte in cui opera, ad ampliare la prospettiva di osservazione delle situazioni che affronta quotidianamente e a individuare nuovi approcci e nuove modalità di azione che gli permettano di ottenere determinati risultati.

Il lavoro del coach si svolge in strettissima relazione con il coachee, protagonista di un percorso che lo porta a migliorare la sua auto-consapevolezza e, di conseguenza, a mettere in atto tutti quei comportamenti che gli permetteranno di conseguire un concreto miglioramento.

A queste due figure può aggiungersi quella dell’azienda committente, che viene coinvolta nella definizione delle finalità del percorso e nella verifica dei risultati ottenuti. L’Executive Business Coaching di FLOWER&KLEIN tiene sempre conto delle esigenze di tutte le parti coinvolte nel percorso di coaching, mantenendo sempre il focus della sua azione sugli obiettivi di business dell’azienda committente, valorizzando allo stesso tempo le personalità e le caratteristiche individuali di coach e coachee.

 

Le metodologie del coaching

Il coaching, come abbiamo visto, è un percorso che consente di conseguire un miglioramento liberando le risorse personali del coachee. In che modo, però, l’Executive Business Coching di FLOWER&KLEIN permette di conseguire questo risultato?

La nostra esperienza in questo ambito ci ha insegnato che il coaching non può prescindere dalla relazione diretta tra le persone coinvolte, dal momento che l’intero percorso si basa su uno scambio diretto che porta il coachee a diventare più consapevole delle sue capacità e a individuare quali sono le condizioni che potrebbero rendere più facile, per lui, raggiungere determinati obiettivi.

Il percorso proposto da FLOWER&KLEIN prevede, quindi, che coach e coachee si incontrino per un colloquio conoscitivo, necessario per condividere gli obiettivi del percorso e definire in modo mirato quali sono i risultati che il coachee vuole ottenere. Questo colloquio, così come i successivi step del percorso, può svolgersi in presenza ma anche a distanza, tramite telefonate o videocall via internet. In questo primo colloquio vengono anche stabilite in modo chiaro le modalità in cui si svolgerà il coaching (numero di incontri, durata di ogni incontro, intervallo tra una sessione e la successiva…) in modo che il coachee e l’azienda committente siano informati e consapevoli in merito al percorso che stanno intraprendendo e tutto avvenga nella più completa trasparenza, elemento che caratterizza in modo particolare l’offerta di FLOWER&KLEIN.

Una volta definiti gli obiettivi del percorso, coach e coachee cominciano a lavorare insieme effettuando una serie di sessioni nel corso delle quali vengono definiti determinati obiettivi e vengono concordate le azioni da mettere in atto per conseguirli. Nell’intervallo tra una sessione e l’altra il coachee mette in pratica quanto stabilito e ne discute poi con il coach, per valutare e misurare l’efficacia delle azioni intraprese e stabilire come procedere da lì in poi.

Non va mai dimenticato che, nel percorso di coaching proposto da FLOWER&KLEIN, il coachee rimane sempre protagonista di ogni scelta e ogni azione. Il ruolo del coach è quello di facilitarlo nell’individuare nuovi approcci e azioni, non di sostituirsi a lui fornendo soluzioni preconfezionate. Durante il percorso il coach può fornire stimoli, suggerimenti e consigli, ma è sempre il coachee a decidere liberamente se accettarli o meno e come metterli in pratica. Il coaching, insomma, è un percorso basato sulla mutua fiducia tra coach e cliente, in cui quest’ultimo rimane sempre completamente titolare delle sue decisioni: è lui ad assumersene la responsabilità, e le sue azioni sono sempre libere e autonome.

 

Business Coaching: tutte le opportunità per le aziende

Le potenzialità del coaching in ambito aziendale sono molteplici, e questo tipo di percorso costituisce una straordinaria possibilità di crescita per le aziende e per i loro manager.

La nostra esperienza in questo ambito ci ha dimostrato, infatti, che lo strumento del coaching permette ai manager di liberare il proprio potenziale e di migliorare concretamente le loro performance, fornendo strumenti che permettono loro di prendere decisioni che possono avere ricadute positive non solo nel breve periodo, ma anche a lungo termine.

Nell’Executive Business Coaching proposto da FLOWER&KLEIN, il coach lavora in modo particolare sull’autoconsapevolezza del coachee, che è chiamato a definire in modo preciso chi è, cosa vuole ottenere e quali sono gli ambiti in cui gli sembra che le sue azioni non siano sufficientemente efficaci. A partire da questa consapevolezza, il coach accompagna il cliente nel percorso che lo porta a far emergere le modalità di azione – che sono sempre uniche e personali – più idonee per permettergli di conseguire il risultato atteso in modo naturale e non traumatico.

 

Il percorso di Executive Business Coaching di F&K

Il percorso di coaching proposto da FLOWER&KLEIN alle aziende che vogliono far emergere tutto il potenziale dei loro manager si articola in 5 fasi successive:

  1. Co-design: fase di confronto con la committenza in cui si stabiliscono obiettivi e modalità di azione e si individuano i coach e i coachee da coinvolgere nel percorso
  2. Avvio: primo incontro tra coach, coachee (o team di coachee) e committente
  3. Preparazione e progettazione: fase di analisi delle esperienze e del ruolo aziendale del coachee ed elaborazione condivisa del piano di sviluppo
  4. Sviluppo: sessioni di coaching vere e proprie, intervallate da periodi di azione autonoma da parte del coachee
  5. Check: fase di verifica e misurazione dei risultati a cui partecipano coach, coachee e committente

Durante questo percorso, le sessioni vengono realizzate in modo da favorire l’autonomia del coachee e l’emersione di intuizioni che gli permettano di realizzare un concreto cambiamento nelle sue azioni. In quest’ottica, la crescita professionale e personale del coachee sono due facce di una stessa medaglia: l’aumento delle performance personali e di team, il miglioramento delle performance e il raggiungimento degli obiettivi aziendali permettono infatti al singolo manager di migliorare le sue performance personali, di veder crescere la propria autoconsapevolezza e, di conseguenza, di ridurre lo stress e migliorare il proprio work-life balance.